fbpx

"Bollette Equo-Solidali" - Impegni e Responsabilità

“Bollette Equo-Solidali” – Impegni e Responsabilità

Il progetto ”Bollette Equo-Solidali” consta che ognuno degli “Attori del Progetto” facciano la loro parte in modo che la sua realizzazione sia trasparente e continua nel quotidiano e nel proseguo del tempo.

Le persone Fisiche o Giuridiche Associate

Gli Associati devono essere in regola con i pagamenti dei consumi passati e devono sottoscrivere i contratti di fornitura attraverso l’intestatario del POD per l’elettricità, e del PDR per il gas. La sottoscrizione parziale di uno dei due contratti è fattibile ma comporta in proporzione l’alimentazione economica ridotta al “Fondo Monetario di Solidarietà”. In seguito alla sottoscrizione, è data facoltà per l’Associato di compilare un questionario dettato dalla t.r.i. che raccoglie informazioni di carattere generale e personale sul suo comportamento energetico; questo questionario aiuterà a conoscere con maggiore precisione dati riguardanti la situazione energetica del fabbricato associato alla fornitura energetica che il consulente energetico potrà visionare e giudicare (i dati raccolti saranno sempre comunque vincolati dalla privacy secondo le normative vigenti). La t.r.i. Consulenze Energetiche consegnerà quindi gratuitamente ed obbligatoriamente in caso di ricezione del questionario,  un “Audit Energetico di 1° Livello” molto intuitivo, dettagliato e ricco di proposte che potrà guidare l’Associato nel cammino della sua efficienza energetica (non valido però ai fini legislativi ufficiali). Un terzo impegno con l’adesione al gruppo di acquisto, sempre a carattere gratuito ed opzionale, può essere l’iscrizione automatica tramite E-Mail a una newsletter, l’adesione a un gruppo social in ambito di “Sharing Economy“, e la volontà di avere aggiornamenti e direttive ai fini del risparmio energetico personale. Tutti gli impegni non comportano né obbligatorietà e nel tempo oneri e costi monetari.

Unica responsabilità dell’Associato è adempiere ai pagamenti delle bollette energetiche sulle forniture sottoscritte; comunque, dato il colloquio quotidiano con i fornitori energetiche, la t.r.i. Consulenze Energetiche può essere garante della correttezza del fornitore in caso di assenza del pagamento intraprendendo azioni di dialogo prima della attività di distacco, attività irreversibile secondo le direttive dettate dall’Autorità per l’Energia e Gas. E’ previsto inoltre a favore dell’Associato, la possibilità di anticipare la morosità attraverso negoziazioni di rateazione del debito con il fornitore energetico.

Associazioni, Fondazioni, Volontariati, Comunità Religiose

L’Associazione ha l’unica responsabilità di amministrare il suo personale “Fondo Monetario di Solidarietà”, alimentato dagli impegni presi dalle famiglie e dalle PMI attraverso la sottoscrizione dei contratti di fornitura, secondo il codice etico sottoscritto; il comportamento da adottare è cioè quello del “buon padre di famiglia”, secondo le direttive che l’Associazione si è già data nel suo statuto. Da tale fondo si può attingere anche per “Progetti a Sfondo Sociale” (come ad esempio il contributo alla costruzione di una chiesa…); l’importante è che l’Associazione ne dia le direttive e redige un documento a consuntivo delle risorse acquisite attraverso il fondo, in quanto serve alla t.r.i. Consulenze Energetiche per la rendicontazione economica e la promozione sociale per l’eventuale adesione di altre Associazioni interessate.

E’ possibile per le Associazioni cercare di coinvolgere nel progetto i propri aderenti al fine di aumentarne le dimensioni economiche; una ipotesi è la consegna alla t.r.i. Consulenze Energetiche di un elenco esaustivo di riferimenti al fine di compiere un primo contatto diretto con l’eventuale interessato; un’altra ipotesi è l’organizzazione di un evento presso la sede dell’Associazione dove il personale della t.r.i. Consulenze Energetiche è disponibile, a sua spese, per presentare il progetto nella sua interezza direttamente ai soci o membri associati.

t.r.i. Consulenze Energetiche

Dopo che l’Associato ha sottoscritto i suoi contratti di fornitura, la t.r.i. Consulenze Energetiche vigila sul Fornitore Energetico e ne è direttamente responsabile, previo penale a carico del Fornitore stesso, che:

  • Non ci sia nessuna interruzione del servizio nel passaggio contrattuale fra la precedente ditta fornitrice e il nuovo Fornitore intestatario del contratto di fornitura.
  • Il passaggio contrattuale deve avere una durata massima temporale di due mesi per le persone fisiche, e di quattro mesi per quelle giuridiche dal momento della sottoscrizione del contratto.
  • Il passaggio contrattuale non deve costare nulla in oneri e spese al sottoscrittore.
  • Il Fornitore non può mai richiedere anticipi di fornitura, né fare conguagli successivi (salvo quelli previsti per legge).

A ogni Associato, la t.r.i. Consulenze Energetiche apre, dopo la verifica di fattibilità della fornitura elettrica e del gas, un rapporto di newsletter. Nella Mail di benvenuto, se richiesto, la t.r.i. Consulenze Energetiche invia anche il questionario di raccolta dati per la fotografia della situazione energetica collegata al fabbricato in modo che, gratuitamente, l’Associato può avere, sempre se richiesto, un documento da dove si può evincere:

  • Lo stato di efficienza energetica del proprio immobile.
  • Il giudizio positivo o negativo delle proprie attività energetiche.
  • Il consiglio di comportamenti e/o d’investimento per agevolare il risparmio in bolletta.

Nel tempo, sempre se richiesto e con l’ausilio di strumenti di “Sharing Economy”, ogni Associato riceverà periodicamente aggiornamenti e consigli sul risparmio energetico che può realizzare. La t.r.i. Consulenze Energetiche, attraverso i suoi esperti di “Green Economy” e di ”Information Technology”, è sempre a disposizione comunque per dare il suo giudizio su attività che gli Associati da soli o attraverso il gruppo di acquisto vogliono intraprendere in questi settori di mercato. Si afferma a tal punto che la t.r.i. Consulenze Energetiche non vende personalmente prodotti, ma ha visto sul mercato tramite la sua professionalità e competenza quali prodotti sono a parer suo i più validi e i più idonei per il raggiungimento degli obiettivi personali di ciascuno. Per la t.r.i. Consulenze Energetiche dare giudizi significa innanzitutto esprimere due attività:

  • Ricercare nel mercato i prodotti più validi per le singole esigenze e condividerne le impressioni al gruppo.
  • Dare la propria esperienza sul passato e fare da megafono su esperienze positive già realizzate per ridurre la non riuscita delle singole operazioni da intraprendere, per non far prendere inutili rischi a chi vuole compiere un determinato investimento senza averne la certezza della riuscita al passare del tempo.

Fornitori Energetici

Ogni Fornitore, ha le qualifiche e le certificazioni necessarie per vendere i propri prodotti e servizi energetici, con la pienezza degli impegni e le singole responsabilità sulla sua attività commerciale. Per questa ragione, in questo documento, non sono citati i dettagli coscienti del fatto che la tutela del suo servizio proposto è una delle prerogative per l’ottenimento di tutte le certificazioni necessarie al titolo sopra citato. Quello che comunque interessa, è che il Fornitore Energetico, con l’accordo stretto con la t.r.i. Consulenze Energetiche, ha garantito:

  • Un costo/kWh per l’elettricità e un costo/smc per il gas sicuramente più basso del valore di mercato del momento.
  • La trasparenza assoluta del calcolo dell’energia consumata.
  • L’assenza di bollette di conguaglio, salvo le disposizioni di legge riconosciute dallo Stato
  • L’assenza di costi extra diversi dalle voci identificate dall’Autorità per l’Energia per il servizio di rete e di imposte.

Ogni nostro Fornitore è in regola alle direttive “Fattura 2.0” di luce e gas.

I Fornitori Energetici hanno poi la responsabilità di non essere scorretti commercialmente, di applicare alla lettera tutte le norme sottoscritte per questo progetto e di rispettare la trasparenza ed il codice etico sottoscritto; la loro consapevolezza di base è la coscienza di “Rigare Diritto” a scapito di una risoluzione immediata di contratti sottoscritti dal gruppo.