Seguendo alcuni semplici consigli è possibile risparmiare energia e denaro nel proprio appartamento. Inoltre, questi accorgimenti potranno avere un impatto positivo anche sulle bollette, rendendole più leggere. Quando ci chiediamo come risparmiare energia elettrica in casa, fra le prime cose a cui dobbiamo prestare attenzione vi è l’uso degli elettrodomestici. Infatti, un loro impiego scorretto porta a un inevitabile aumento dei costi in bolletta, ma per fortuna i metodi per risparmiare sono numerosi.

Di tutta l’energia che consumiamo, il 35% viene usata in casa, dunque è dalla propria abitazione che deve partire il risparmio. Si possono pianificare una serie di interventi professionali che migliorano l’isolamento della casa.

Come risparmiare scegliendo la migliore

Offerta Internet

I provider di servizi Internet (ISP) non offrono la stessa qualità di connessione ovunque. Devi quindi stare attento quando scegli le tue offerte Internet box, soprattutto se è per la sicurezza della tua casa. Un provider può offrire una connessione ad alte prestazioni in un’area, ma non in un’altra. Puoi essere presso un ISP in una città, avere una connessione davvero buona, trasferirti in un’altra città e finire con una connessione più scarsa. Per ovviare a questo inconveniente, confronta le varie soluzioni per ottenere una buona connessione internet e risparmiare sul contratto internet

Test della velocità effettiva della fibra

La fibra è la migliore connessione che puoi avere. Ti conviene eseguire regolarmente un test di idoneità della fibra per vedere se la tua casa è stata collegata ad essa. Se diversi fornitori offrono la fibra al tuo indirizzo, devi eseguire un test di velocità della fibra per trovare quale offre la migliore connessione.

Come evitare sprechi energetici in casa e

tutelare l’ambiente

Evitare sprechi energetici in casa è importante non solo per un risvolto economico, ma anche per non pesare in maniera inutile sull’ambiente. Molto spesso è capitato di vedere recapitarci bollette delle utenze particolarmente alte. Di solito, questo succede quando non si sa bene come gestire i propri consumi energetici in casa.

Le scorrette abitudini di consumo di energia a livello domestico fanno sprecare tante risorse utili e, di conseguenza, fanno lievitare le fatture. Quanto descritto è un problema che in molti casi si può arginare confrontando le varie offerte dei gestori scegliendo quello più vicino alle nostre esigenze. Inoltre, è possibile seguire dei piccoli accorgimenti:

  • usare elettrodomestici e lampadine a basso consumo;
  • utilizzo corretto del riscaldamento e della caldaia;
  • sfruttare il condizionatore al meglio delle sue capacità;
  • manutenzione corretta e periodica degli elettrodomestici;
  • spegnere gli elettrodomestici inutilizzati e non lasciarli in stand-by;
  • seguire orari e giorni più convenienti per l’utilizzo di lavatrice.

Risparmio energetico e mercato libero

Ogni consumatore domestico può liberamente decidere da quale fornitore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas grazie alla completa liberalizzazione del mercato. In questo modo è possibile selezionare l’opzione migliore per favorire una riduzione delle utenze domestiche, che pesano notevolmente nel bilancio economico di ogni famiglia. La spesa relativa al consumo di luce e gas è imprescindibile per ogni nucleo famigliare e per questo è importante ottimizzare i consumi e scegliere il fornitore che offre la proposta più conveniente. In definitiva, possiamo affermare che il cambiamento che sta avvenendo sul mercato dell’energia permette di scegliere il fornitore più conveniente, cioè quello che riesce a praticare i prezzi più bassi e che offre servizi migliori.

Altre forme di risparmio energetico per il proprio appartamento: il riscaldamento

Un utilizzo intelligente del proprio sistema di riscaldamento può ammortizzare in maniera significativa i costi dovuti al consumo di metano e portare ad un cospicuo risparmio energetico. Per ridurre i costi del riscaldamento soprattutto in inverno, quando le bollette tendono inevitabilmente a gonfiarsi, è possibile adottare alcuni dei seguenti accorgimenti:

  • controllare che nei termosifoni non ci siano residui d’aria;
  • regolare la temperatura fino ad un massimo di 19°;
  • non coprire i termosifoni con panni;
  • controllo e manutenzione regolare della caldaia;
  • chiudere porte e finestre per evitare la dispersione di calore;
  • sistema di riscaldamento autonomo per poter gestire i propri consumi.

Per approfondire tutto quanto riguarda il mercato libero e i vantaggi per il consumatore visita questo sito.

 

Tags:

Comments are closed

t.я.i. Consulenze Energetiche - Partita IVA 03670850548 - REA PG 305937