fbpx

Industria 4.0

Industria 4.0

Cliente Aziende Energivore

Competenze Mancato Rapporto con "CSEA"

Tag Energia, ASOS, Impresa 4.0

A partire dal 2018 e per i cinque anni successivi, alle Aziende classificate come “Energivore” è stata data la possibilità di non contabilizzare nelle proprie bollette energetiche e quindi non pagare la componente “Asos“.

Chi sono le Aziende Energivore

A partire dal 1 gennaio 2018, si classificano come “Energivore”, e dunque accedono alle agevolazioni, le imprese che hanno un consumo medio di energia elettrica pari ad almeno 1 GWh/anno e che rispettano uno dei requisiti enunciati nelle Linee Guida CE e nel Decreto Ministeriale 21 Dicembre 2017.

E’ prevista una nuova classificazione nel 2019 per agevolare anche imprese di entità inferiore

In cosa consiste il beneficio

Una volta qualificatasi come “Energivora, l’impresa potrà usufruire del suo risparmio economico in base ai seguenti parametri:

  • Consumo annuo: è la somma dei kWh consumati e liquidati in bolletta espresso in Gwh
  • VAL: è un valore in Euro, risultante dalla media dei seguenti importi nell’ultimo triennio: (Valore Produzione) – (Costo Produzione) – (Eventuale Contributo Energivori anni precedenti)
  • Fatturato: è la somma di fatturato espressa in bilancio fiscale
  • Costo Energia/anno: per il 2018, è stato il prodotto tra i consumi di energia dell’ultimo triennio e il prezzo di riferimento indicato dall’Autorità dell’Energia
  • ASOS: è la base imponibile su cui è calcolato il beneficio tramite una percentuale di sconto su quello che l’impresa avrebbe dovuto pagare in base al suo consumo energetico
  • Livello di contribuzione: è il valore in euro degli oneri che l’impresa paga dopo il calcolo del beneficio spettante
  • AGEVOLAZIONE: è il risparmio economico ottenuto, ovvero la differenza fra quanto pagato e quanto dovuto (ASOS-Livello di contribuzione)

Come fare

Per accedere al beneficio a partire dal 2018, le imprese “Energivore”, tramite un soggetto abilitato come lo siamo noi, dovranno procedere alla compilazione di un’apposita domanda presso il portale dedicato di CSEA. Le domande dovranno essere così presentate entro il termine massimo di 30 giorni dall’apertura del portale.  A partire dal 2019 il portale sarà sistematicamente attivo dal 30 settembre dell’anno precedente di competenza (ad esempio per il 2019 dal 30 Settembre 2018), con chiusura fino a 45 giorni dal 31 Maggio di ogni anno.

Come possiamo aiutarVi

La nostra struttura ha le competenze e le abilitazioni per svolgere tali adempimenti tramite Vs. mandato.

Nel 2018 già diverse aziende hanno deciso di affidarsi alle nostre consulenze.

Per ulteriori informazioni e/o contatti:

il Team di t.я.i. Consulenze Energetiche a tristudioperugia@gmail.com

Esempio di un’Azienda che nel 2018 si è rivolta a noi

A Dicembre 2018 l’Azienda si è vista arrivare la fattura energetica senza la componente ASOS e si vede dall’incidenza sul totale fattura della componente di vendita rispetto alla componente di trasporto.

previous arrow
next arrow
Slider
Nel 2018, essendo il primo anno di gestione del portale, le Aziende hanno dovuto pagare le bollette energetiche per intero fino a settembre per poi ritrovarsi dal fornitore energetico una nota di credito di storno. Quindi i primi nove mesi le bollette energetiche erano così composte…
previous arrow
next arrow
Slider
Questo vuol dire che l’impresa si è vista arrivare questo storno economico particolarmente sensibile
previous arrow
next arrow
Slider