fbpx

Categorie Gas Di Brown

“GasPare” – Prodotto per Caldaie a Condensazione

“GasPare” – Di che cosa si parla…

Si parla di un elettrodomestico da far posizionare dall’idraulico vicino alla Vs. caldaia a condensazione in modo che comunichi con lei come nella figura sottostante. E’ un prodotto “Made in Italy”, di tecnologia innovativa che ottimizza la produzione di acqua calda sanitaria inserendo un terzo elemento nel processo di combustione della caldaia; ovvero altre all’aria ed al gas naturale, viene inserito il “Gas di Brown” (qui trattato e ionizzato per il raggiungimento di un alto potere calorifero). L’inserimento avviene tramite il veicolo di aspirazione aria della caldaia e la produzione di questo gas avviene all’interno dell’elettrodomestico in modalità “On Demand” attraverso il processo di “elettrolisi in risonanza”. L’elettrodomestico, dalla progettazione tecnica, al design, alla produzione, è frutto di studi di tecnici specializzati nel settore con attività di test in laboratorio ed applicativi suoi luoghi similari di applicazioni futuri. E’ coperto da diversi brevetti di ingegno e meccanica. “GasPare” si può allineare a qualsiasi altro prodotto che sfrutta come materia prima l’energia rinnovabile. Il suo funzionamento abbatte di fatto le emissioni inquinanti che la caldaia a condensazione immette nell’atmosfera. Un altro vantaggio da non sottovalutare (oltre al fatto che la combustione sempre ottimale fa sì che la caldaia si sporca meno), è che la caldaia non è mai sotto stress termico.

GasPare in pillole:
Si applica alle caldaie che utilizzano gasolio, GPL e gas naturale
Abbatte sensibilmente le emissioni inquinanti della caldaia (Co2)
Risparmio dal 30% al 50% sulla bolletta del gas naturale (per le caldaie 25-40 kW)
Clausola assicurativa “Soddisfatti o Rimborsati” per risparmi al di sotto del 30%
Risparmio Medio Calcolato di “1 Euro/Ora” a regime di funzionamento
Con un “Finanziamento di Credito al Consumo” a 18 mesi, la rata viene abbondantemente coperta dal risparmio in bolletta
“GasPare” non prevede manutenzione, né “Libretto Impianto”
Dopo un ciclo di 15.000 ore si rigenera con alcune centinaia di euro
La caldaia dura di più ed ha bisogno di meno manutenzione

Scenario

Per famiglie e piccole imprese la spesa relativa alla produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento per gli ambienti costituisce uno dei costi più importanti, soprattutto nel caso di un prevalente utilizzo della caldaia installata nei periodi invernali.

Per ridurne quindi i costi in bolletta solitamente si ricorre a:

  1. Sostituzione della caldaia tradizionale con quella a condensazione;
  2. Adozione di soluzioni ibride, mediante utilizzo di pannelli solari integrati con la caldaia così da ridurne il carico termico annuo limitandolo al singolo riscaldamento
  3. Installazione di sistemi di riscaldamento alternativi, come il riscaldamento a pavimento, concepiti appositamente per risparmiare mediante pompe di calore che sostituiscono il costo del gas con il costo elettrico decisamente più remunerativo.

Qualunque di queste soluzioni comporta però interventi decisamente invasivi sul sistema personale adottato per la gestione del calore.

La tecnologia di questo prodotto, applicabile alle caldaie a gas e gasolio (consigliabile alle sole caldaie a condensazione), consente invece di ridurre in maniera considerevole i consumi, pur non richiedendo interventi invasivi sulle caratteristiche dell’impianto preesistente e sulla meccanica della caldaia.

Come si Installa “GasPare”

La premessa è che il prodotto produce “Gas di Brown” in tempo reale, senza stoccaggio e quando serve, cioè con la caldaia accesa e funzionante. Il processo è completamente automatico:

Nel riquadro rosso tratteggiato è conglobata l’intera installazione che si completa nell’appoggiare a fianco della caldaia il prodotto, e si ultima nel collegare la tubazione Rilsan di produzione del “Gas di Brown” nel collettore di aspirazione dell’aria della caldaia mediante un apposito iniettore (ugello) fornito nel kit d’installazione. I numeri indicano i tre elementi indispensabili per il funzionamento:

  1. Il liquido (viene fornito a circa una decina di euro e ne servono circa 3 per una stagione invernale), in soluzione acquosa di brevetto, da inserire nel serbatoio (già caricato in acquisto) che dà a “GasPare” un’autonomia di lavoro di circa 3 mesi (in condizioni standard di utilizzo della caldaia), poi acquistabile attraverso il Vs. idraulico di fiducia
  2. “GasPare”, che nel funzionamento accende un led di spia verde e che propone un display per il controllo del funzionamento (fra cui principalmente l’amperaggio e le segnalazioni di “Alert”)
  3. il “Gas di Brown”, che viene convogliato nella camera di combustione della caldaia come terzo elemento sostituendo, secondo percentuali variabili, il combustibile tradizionale (ovviamente è matematico il conseguente risparmio della bolletta)

L’installazione è davvero semplice ma deve essere eseguita da un idraulico con regolare licenza di attività senza però una particolare formazione specifica;  il nostro consiglio è quello di rivolgersi al proprio idraulico di fiducia che ci contatta in caso in cui fosse per lui una novità.

I passi di installazione sono:

  1. Collegare l’alimentazione ad una presa 220V
  2. Collegare l’ugello iniettore al condotto di aspirazione della caldaia
  3. Accendere il dispositivo
  4. Applicare il sensore magnetico di partenza all’elettrovalvola della caldaia tenendo conto della polarità:
    + (il dispositivo parte)
    – (il dispositivo non parte) _ Invertire il sensore per far partire la produzione

Di seguito nel video una presentazione del prodotto fatta ad idraulici della zona di Avellino.

e la spiegazione della cattura del segnale magnetico dell’elettrovalvola

Il “Gas di Brown” fa bene alla Caldaia?

Il “Gas di Brown”, quale mix di atomi in forma ionica, agisce positivamente sulla caldaia grazie alla sua:

  1. Azione “impoverente” della miscela in fase di potenza massima della caldaia: gli ioni di ossigeno completano la combustione del monossido di carbonio, generando un sensibile apporto di calore e provocando un anticipo su l’inizio della modulazione.
  2. Azione “arricchente” della miscela in fase di modulazione della caldaia: gli ioni di idrogeno in questo caso aumentano il potere calorifico apparente del combustibile, generando un ulteriore surplus di calore.
  3. Decremento dei NOx e conseguente riduzione della formazione di incrostazioni sulle superfici dello scambiatore di calore e aumento dell’efficienza di scambio termico col fluido termo-vettore.

Globalmente gli effetti sopra descritti conducono ad una sostanziale riduzione dei consumi, dal 30% fino al 50%, e ad un ottimo investimento per chi, in casa o in azienda, utilizza quantità sensibili di combustibile.

Certificazioni

Questo prodotto possiede di fatto tutti i titoli autorizzativi per la commercializzazione nel mercato italiano; oltre ai due anni di garanzia standard; benefici dichiarati:

  1. Risparmio del combustibile tradizionale dal 30% in poi
  2. Due anni di garanzia come da certificazioni

Aspetti Normativi

L’installazione non prevede nessun aspetto normativo da espletare in aggiunta alle normative già dedicate alla caldaia di riferimento. Il prodotto ha un numero di matricola di riferimento essenziale per la ricerca a posteriori della rintracciabilità sulle materie prime specifiche utilizzate (lotti di produzione).

All’utilizzatore finale viene rilasciato un certificato di garanzia cartaceo compilato dall’installatore in ogni sua parte che deve essere conservato insieme alla fattura di acquisto attestante la data di inizio garanzia.

Vuoi approfondire? Mandaci una Mail in modo che possiamo contattarti……

Tag

“GasPare” – Principio, Funzionamento e Caratteristiche

Scenario e Funzionamento…

Con questo prodotto si è riusciti a perfezionare la tecnologia e l’utilizzo “On Demand” mediante elettrolisi in risonanza di un gas plasma identificato dal punto di vista chimico come “Gas di Brown”, trattato e ionizzato e ad alto potere calorifero.
Tutto il sistema, dalla progettazione tecnica, al design ,alla produzione, è frutto degli studi di tecnici specializzati del settore con attività di test di laboratorio ed applicativi suoi luoghi similari di applicazioni future. Il Dispositivo, che può essere installato da semplici idraulici, consente l’abbattimento delle emissioni inquinanti che la caldaia a condensazione immette nella atmosfera (in particolare il “CO2” ) e un notevole risparmio di gas primario consumato (qualunque esso sia).
in particolare, se il prodotto viene applicato sulle caldaie a condensazione, si arriva senza dubbio all’aumento dell’efficienza termica dichiarata (il “Gas di Brown” è molto volatile rispetto all’aria ambientale e quindi solamente la caldaia a condensazione ne esalta la combustione).
Il “Gas di Brown”, arrivando ad una caloria di 1200° e raggiungendo velocemente la temperatura idonea per il riscaldamento dell’acqua,modula la fiamma in modalità “basso consumo”, facendo in modo che il gas originario di alimentazione venga diminuito di circa il 50%. L’installazione di “GasPare” è molto semplice: collegando il sistema ad una presa 220V e collegando il cavo Rosso-Nero alla elettrovalvola della caldaia a condensazione, il sistema produrrà gas solo e unicamente al momento dell’accensione, a prescindere che l’utilizzo sia a scopo di riscaldamento degli ambienti o della semplice produzione di acqua calda, La tubazione rilsan di produzione del “Gas di Brown” deve essere applicata nel collettore di aspirazione dell’aria della caldaia mediante l’apposito iniettore con regolatore di portata e ugelli nebulizzanti fornito nel kit d’installazione.
Il PWM è già tarato dal produttore per il giusto amperaggio di produzione che si legge nel display davanti al prodotto.
L’elettrolisi viene eseguita con una soluzione acquosa già caricata in acquisto (serbatoio capiente di circa 1 litro); la durata della soluzione.darà alla caldaia a condensazione un’autonomia di lavoro di circa 3 mesi (in condizioni standard di utilizzo). Quando la spia rossa di basso livello (led davanti al prodotto) si accende, il generatore smetterà di produrre fino a quando non verrà fatto il rabbocco.

Il prodotto ha un’altezza di 37 cm, una larghezza di 25 cm, una profondità di 35 cm ed un peso standard di 14 kg.

Hai una curiosità specifica? Mandaci una Mail in modo che possiamo risponderti……

Tag

“GasPare” – Risparmio Reale sul Combustibile

Benefici Reali

Secondo il nostro codice etico, in questa pagina viene riassunto il beneficio finanziario che si ottiene con l’acquisto di questo prodotto. I dati indicati sono reali e desunti dalla media dei benefici sulle vendite passate. Ci riteniamo soddisfatti se, per ogni singola vendita, si ottengono in percentuale i seguenti risparmi:

Risparmio Garantito sul Combustibile

Il Risparmio nel rispetto dell'Ambiente
 

Risparmio Minimo

Risparmio Massimo

Abitazioni, Edilizia Residenziale

30%

50%

Case di Riposo, Edifici con Riscaldamento Centralizzato

20%

40%

Condomini

20%

40%

Agriturismi, Villaggi Vacanze

30%

50%

Calcolo del Risparmio Ottenuto

Delineare la somma dei risparmi ottenuti dall’installazione del prodotto “GasPare” in poi è molto semplice in quanto ci sono dei prerequisiti piuttosto rigidi:

  1. Le caratteristiche della caldaia (controllabili dalle loro schede tecniche) che esprimono un consumo orario di combustibile che varia da 2,5  a 3,5 smc/ora
  2. L’ingresso del “Gas di Brown” nella camera di combustione della caldaia che è sempre costante con una stessa intensità

Alla luce di ciò, si può affermare (anche in relazione alle installazioni già eseguite), che si può ottenere un risparmio minimo di:

corrispondente al prezzo di mercato di circa

per ogni ora di accensione della caldaia a condensazione.

Non ti tornano i conti? Mandaci una Mail in modo che possiamo chiarire i tuoi dubbi…..

Tag