fotovoltaicoschemaBrevi cenni di storia..

Edmond Becquerel scopre nel 1839 l’effetto fotovoltaico; Willoughby Smith nel 1873 scopre la fotoconducibilità del selenio; William Grills Adams assieme al suo allievo Day osservarono per la prima volta convertire la luce del sole direttamente in elettricità; Charles Fritts nel 1879 costruisce la prima cella fotovoltaica; Nel 1953 Gerald Pearson costruì la prima cella fotovoltaica basandosi sul silicio a scapito del selenio, arrivando nel 1960 a commercializzare l’alimentazione degli apparecchi domestici con un rendimento del 6%; la NASA dal 1962 impiega le celle negli esperimenti spaziali; dagli anni 70 la tecnologia ha continuato a progredire, scoprendo nuovi tipi di pannelli con diverse caratteristiche ed attraverso miscele di silicio integrato con sostanze naturali meno nobili ma più redditizie (fra cui il solfuro di cadmio)

Curiosità

Da un paio di anni le grandi compagnie elettriche europee si stanno confrontando con un nuovo attore che ha fatto irruzione nel sistema elettrico, il prosumer, cioè il consumatore della generazione distribuita, che oltre a consumare energia è anche produttore; in tal senso è di particolare interesse il fotovoltaico (magari combinato con sistemi di accumulo), che consente agli utenti di ridurre di netto i prelievi o addirittura di staccarsi dalla rete.

Scenario

Quando si parla di energia siamo abituati a pensare a chi produce e distribuisce energia come a qualcosa di separato rispetto a chi la consuma: da un lato il produttore, in genere una grande compagnia energetica, dall’altro il consumatore: cittadini e aziende che acquistano e pagano l’energia in bolletta. Questo vecchio modello, questo vecchio paradigma, può essere superato con le nuove tecnologie energetiche e con la messa in campo delle fonti rinnovabili come il fotovoltaico, ma non solo. Con il nuovo paradigma energetico messo in campo, anche un semplice cittadino può essere allo stesso tempo produttore e consumatore di energia, energia pulita prodotta col sole. Ogni cittadino e impresa può produrre energia per soddisfare parte del proprio fabbisogno, ma può anche vendere l’energia in surplus per ottenere reddito. La vendita dell’energia prodotta può essere fatta sulla rete nazionale (e pagata dal Gse, Gestore dei Servizi Energetici), oppure verso un altro utente finale, più vantaggiosa, prevista tramite la legge che sancisce e regolamenta i SEU, i Sistemi Efficienti di Utenza.

Impatto sulla bolletta energetica

energia-autoconsumoCon una spesa ulteriore ed attraverso una tecnologia al momento sufficiente ma in continuo progresso, l’energia fotovoltaica prodotta e non consumata (parte arancione) si può immagazzinare tramite batterie inserite ad hoc nel flusso energetico, per poi utilizzare l’elettricità nel periodo in cui il fotovoltaico non produce (parte blu).

La nostra proposta

La t.я.i. Consulenze Energetiche promuove consulenza gratuita su ogni singolo caso riguardante:

  1. La volontà di una persona fisica o giuridica di acquistare un impianto fotovoltaico
  2. La necessità di intervenire su un impianto fotovoltaico già esistente che ha problemi di produttività
  3. La volontà di una persona fisica o giuridica di conoscere le novità tecnologiche del mercato fotovoltaico che potrebbero interessargli.

Per adempiere ai compiti preposti, la Società, oltre alla competenza decennale dei suoi componenti, ha nel suo portafoglio:

  1. Accordi di collaborazione con due aziende nazionali del settore che hanno nel loro DNA la vendita, l’installazione diretta ed il post-vendita curato di almeno 30.000 fotovoltaici attivi nel nostro territorio nazionale realizzati direttamente o attraverso il loro network di installatori.
  2. Accordo di collaborazione con la principale azienda di distribuzione italiana di materiali in rivendita necessari per l’installazione di impianti (pannelli, inverter, regolatori di carica, batterie………); il cliente ha quindi la possibilità di inserirsi in un “Gruppo di Acquisto” specifico traendone l’indiscusso vantaggio sulla spesa.
  3. Accordo di collaborazione con studio tecnico locale che cura, in presenza di bandi pubblici, le pratiche per l’ottenimento di finanziamenti secondo le direttive europee vigenti in materia di riqualificazione energetica
  4. Iscrizioni ad associazioni di settore nazionale per la cura e gli interessi dell’ambiente e per la promozione e diffusione delle rinnovabili
  5. Accordo con una ESCO con portafoglio per investimenti in formato “class action” per la promozione e la diffusione dell’energia verde in alternativa all’energia derivante dai combustibili fossili.

In definitiva, possiamo arrivare a dire:

Pensiamonoi

oppure semplicemente “dare una mano” nei vari aspetti…….

Quanto costa un impianto fotovoltaico

Al momento in cui ti propongono di acquistare un impianto fotovoltaico, ricordati che la trattativa commerciale offre molte similitudini rispetto all’acquisto di un’automobile. Infatti siamo in presenza di:

  • la versione standard
  • il costo di eventuali accessori (pannelli più performanti, accumulo di batterie, monitoraggio internet…….) compresi e non compresi nella versione standard
  • il costo di immatricolazione (ovvero il costo di collaudo e sopralluogo Enel, di eventuale collegamento a linea trifase, di eventuale aumento di potenza del contatore, di eventuale necessità di cabine e/o ulteriori scavi per il passaggio dei cavi per impianti industriali)
  • la possibilità di avere dallo Stato dei “benefit” (detrazioni fiscali o certificati bianchi)

In termini di qualità dei materiali, attualmente il mercato fotovoltaico ha livellato le performance togliendo dal mercato i produttori che lesinavano sui prezzi a scapito della garanzia di produzione; ora la differenza fra i singoli impianti la fa solo l’installatore con la sua competenza e la sua esperienza (ecco perché quando noi proponiamo l’installazione diretta attraverso la formula commerciale del “chiavi in mano”, ci fidiamo solo di chi da decenni lavora nel settore ed abbiamo la certezza della qualità attraverso la cosiddetta “reputazione”). Appurata quindi una standardizzazione dei costi di materiali, fatto 100 il prezzo di un impianto fotovoltaico standard, il rapporto percentuale del costo di un impianto fotovoltaico è il seguente:

img55

L’80% di un buon costo di un impianto fotovoltaico è composto di materiali ed ingegneria di realizzazione. Il resto è manodopera ed il corretto guadagno del venditore.

Cliccando qui, ti offriamo un preventivo reale per l’installazione di un impianto domestico di 3kW su un tetto a falda, con il calcolo economico reale rispetto alla produzione stimata ed assicurata tramite polizza nel Centro Italia.

Il fotovoltaico è l’anticamera ideali per investimenti rivolti al risparmio energetico ottimizzando i singoli consumi di energia e di calore.

FV ed Auto Elettrica

Lo Scenario.. I vantaggi di un’auto elettrica o di un veicolo elettrico sono sia di natura tecnica (il funzionamento del motore, più semplice, silenzioso e pulito di quelli tradizionali) sia di natura economica (oltre al risparmio sul carburante, le parti non soggette a usura, né liquidi di sostituzione). MENO INQUINAMENTO: Le emissioni sono zero, la componentistica delle auto (mediamente più leggere) ...
Leggi Tutto

Pompa di Calore e FV

Il perché dell'Abbinamento.. Lo schema lo spiega. Pompe di calore e fotovoltaico sono un’ottima intesa per ottimizzare la produzione fotovoltaica. Le Pompe di calore sono apparecchi che funzionano con l’elettricità e, per questo motivo, si “sposano bene” con qualsiasi impianto di auto-produzione elettrica, primo fra tutti: il fotovoltaico. Nonostante il nome, la Pompa di Calore può produrre non solo “calore”, ...
Leggi Tutto

FV con Accumulo

La Normativa.. L’Agenzia delle Entrate ha precisato che la detrazione fiscale IRPEF del 50% per l’installazione di pannelli fotovoltaici, si estende anche ai sistemi di accumulo installati contestualmente o successivamente all’impianto FV di potenza non superiore a 20KW e posto direttamente al servizio dell’abitazione dell’utente. Inoltre, a partire dal primo Gennaio 2015, chi ha già il fotovoltaico e sta ricevendo gli ...
Leggi Tutto

Listino FV fino a 6 kWp

Il listino è sviluppato in modo che ogni utente può costruire il suo prezzo in base alle sue esigenze ed alle sue aspettative. Per questo, per semplificazione, si è adottata la tecnica della "versione standard + opzioni" usata nelle vendite di automobili; occorre quindi sapere cosa comprende la versione standard, e sapere quali possibilità di "opzioni" si possono includere. Hai ...
Leggi Tutto

Garanzia di Produzione Fotovoltaica

La t.я.i. Consulenze Energetiche promuove nella vendita di soluzioni fotovoltaiche, impianti dove il fornitore installatore si fa carico non solo della installazione e collaudo, ma anche del post-vendita tramite le seguenti formule: Help Desk gratuito tramite i strumenti digitali o vocali fino alla fine della durata dell'impianto (servizio gratuito offerto da noi in quanto titolari della vendita) per attività di gestione ...
Leggi Tutto

Preventivo Fotovoltaico 3 kWp

La nostra società propone, con la formula "chiavi in mano", l'installazione di un impianto fotovoltaico standard domestico da 3 kWp. I pannelli da noi scelti sono SHARP o di qualità comparabile. Di seguito lo sviluppo economico di redditività dell'impianto. Questo dimensionamento di impianto fa risparmiare in media il 50% dei consumi energetici di una famiglia composta dai genitori con doppia ...
Leggi Tutto

t.я.i. Consulenze Energetiche - Partita IVA 03670850548 - REA PG 305937